Feedback: La chirurgia artroscopica nella caviglia dolorosa, step by step.

 

14/01/2017
Venerdì 16 dicembre 2016, Ospedaletto di Pescantina - Verona

Pomeriggi SIA - Veneto

“La chirurgia artroscopica nella caviglia dolorosa, step by step. Clinica, chirurgia, riabilitazione”

Venerdì 16 dicembre 2016, Ospedaletto di Pescantina - Verona

Tira aria di grande successo tra gli organizzatori dell’evento che si è tenuto a Villa Quaranta Park Hotel il 16 dicembre.

Un ottimo riscontro di pubblico, non banale considerate la specificità e la difficoltà dell’argomento trattato – “La chirurgia artroscopica nella caviglia dolorosa, step by step. Clinica, chirurgia, riabilitazione”-, e con il valore aggiunto di un parterre di tutto rispetto di esperti che hanno scelto di intervenire.

L’incontro fa parte del palinsesto dei “Pomeriggi SIA”, organizzati dai delegati regionali del Veneto, Roberto Corezzola e Alberto Marangon, per la Società Italiana di Artroscopia.

L’apertura dei lavori è stata affidata al Presidente della Società Italiana di Artroscopia Piero Volpi, il quale ha sottolineato l’importanza di queste occasioni di confronto tra gli addetti ai lavori, con l’auspicio che ciò possa far comprendere l’importanza dell’appartenenza alla SIA per chi opera nel settore.

Fra i molti contributi scientifici si segnalano quelli di Fabrizio Cortese, di Antonio Zanini, di Alessandro Corsini, di Paolo Sembenini e di Roberto Corezzola che hanno animato le discussioni.

Nello spirito di un reale e costruttivo confronto sono stati coinvolti anche colleghi appartenenti alla Società di Chirurgia del Piede e della Caviglia, quali il Prof. Bruno Magnan e il Prof. Antonio Volpe, i quali hanno aderito di buon grado all’invito, consapevoli dell’importanza dell’occasione.

Alberto Marangon e Piergiuseppe Perazzini, anime del congresso, non nascondono una evidente soddisfazione per i risultati che sono andati ben oltre le loro aspettative: “ Con questo incontro abbiamo avuto la conferma di esserci mossi nella direzione giusta e abbiamo avuto lo sprone per migliorare ancora”.

Tra gli intervenuti all’incontro molti hanno apprezzato la scelta di coinvolgere tutte le figure che ruotano attorno a questo argomento – ortopedici, ma anche fisiatri, medici dello sport, fisioterapisti…-  e la qualità degli interventi e delle discussioni che ne sono nati, capaci di offrire una visione realmente completa di questa ancora poco conosciuta, ma molto diffusa patologia.

I delegati del Veneto sono già al lavoro per organizzare altri eventi analoghi, certamente utili sia nella pratica professionale quotidiana che nel confronto con i colleghi.

Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di ottenere la migliore esperienza sul nostro sito. Ulteriori informazioni.
Accetta